Hai deciso di sostituire i tuoi infissi? Scopri quali misure sono previste per la detrazione fiscale su questo genere di interventi. La detrazione fiscale è una spesa che il contribuente può sottrarre dall’imposta Irpef da pagare. Pertanto le detrazioni sui serramenti consentono di usufruire di sconti che diminuiscono l’importo totale dell’Irpef su cui pagare le tasse.

Detrazioni per infissi al 50%: ristrutturazioni edilizie

Per effetto della manovra finanziaria 2020 viene prorogata, per tutto quest’anno, nella misura del 50%, la detrazione per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi che consentano un miglioramento termico della propria casa. Rientrano nel Bonus Casa, inclusa anche la loro posa in opera, infissi esterni e persiane, avvolgibili, scuri e cassonetti, porte blindate o rinforzate, vetri antisfondamento, a condizione che la loro sostituzione avvenga insieme a quella delle finestre. Sono compresi anche le tende da sole e schermature solari, a patto che il loro orientamento non sia ovviamente verso nord, portoncini d’ingresso. Nel caso di finestre a vetro già esistenti, la sostituzione dei vetri rientra tra le spese valide per le detrazioni. In alcuni Comuni, come in quello di Milano, i serramenti rientrano nella ristrutturazione edilizia solo se è stata aperta presso l’ente comunale la pratica della Cila (comunicazione di inizio lavori asseverata) per lavori di manutenzione straordinaria.

Detrazione per infissi al 50%: risparmio energetico

Diversamente, le spese per i serramenti possono sempre rientrare nell’Ecobonus 2020. Dal 1° gennaio 2018 per tale intervento l’agevolazione non spetta più nella misura del 65%, bensì del 50%. La condizione per fruirne è che siano rispettati i requisiti di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K, come riportati in un’apposita tabella. I privati cittadini possono scegliere di usufruire dell’una o dell’altra alternativa, cioè del Bonus Casa o dell’Ecobonus. Nel caso in cui occorra sostituire gli infissi di un edificio o di un locale ad uso commerciale, l’Ecobonus è l’unica strada percorribile per ottenere delle agevolazioni.

Durata della detrazione fiscale

L’importo totale del bonus infissi viene suddiviso in 10 anni, con rimborsi annuali di uguale entità. Vuoi un esempio pratico per comprendere meglio come funziona la detrazione fiscale a cui hai diritto quest’anno? Mettiamo il caso che acquisti delle finestre per un importo totale di € 10.000. La detrazione infissi per il 2020 è pari al 50%, quindi la cifra ammonta a € 5.000. Ciò significa che, per il prossimo decennio, ti saranno restituiti € 550 ogni anno.

Beneficiari del Bonus serramenti 2020

Possono beneficiare del Bonus per i serramenti, nel 2020, proprietari o nudi proprietari, comodatari, conviventi, locatari aventi diritto di godimento, soci di cooperative divise e indivise, imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce, soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Detrazioni infissi 2020: documenti richiesti

Per ottenere gli sgravi fiscali previsti dal Bonus Casa e dall’Ecobonus, occorre presentare:
– la documentazione che attesti l’esecuzione dei lavori e il pagamento (da effettuare a mezzo bonifico parlante, con relative specificità a seconda che si tratti dell’uno o dell’altro);
– la comunicazione di esecuzione dei lavori all’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), entro 90 giorni dalla fine degli stessi (per l’Ecobonus e per il Bonus Casa relativamente alle ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia).
Per avere diritto alle agevolazioni per la sostituzione di infissi attraverso l’Ecobonus 2020, serve anche un’attestazione dal tecnico che ha eseguito i lavori, in cui l’esperto dichiara che il valore di trasmittanza delle vecchie finestre è superiore a quello delle nuove finestre, con l’indicazione dei valori di partenza e di quelli rilevati dopo l’intervento. Per ulteriori chiarimenti e informazioni, contatta il Centro Serramenti Milano.